Openelec Vs OSMC

Per la prima accensione del raspberry pi 2 ho preparato la micro sd con openelec, e devo dire che l’avvio è molto rapido e la configurazione altrettanto. Tutto funzionava alla perfezione, installazione semplice e in pochi minuti il RPI era collegato alla mia lan.

Tutto perfetto, attivo la connessione SSH e mi collego con terminale remoto e qui faccio una brutta scoperta, mancano molti comandi nella shell tra cui l’apt-get. Piccola ricerca su google ed ho la conferma, è un sistema blindato :(

E così come l’ho installato in pochi minuti l’ho abbandonato per il più flessibile OSMC, proseguo di XBMC che poi è alla base di tutti i media center attuali sia su Raspberry che su altre piattafarme.

L’installazione è andata subito bene, l’interfaccia grafica KODI è uguale a quella di Openelec e quindi ci si prende subito la mano. Aggiungo un dongle wi-fi TP-Link che avevo per casa, e senza problemi l’ha riconosciuta e configurata in pochi secondi.

Ora non mi restava che aggiungere un HD-USB esterno e configurare samba per un sistema Mediacenter flessibile e soprattutto raggiungibile da qualsiasi pc/tablet/cellulare della rete lan di casa.

Avendo la possibilità di utilizzare l’apt-get si possono installare svariati pacchetti e programmi senza problemi. Ho trovato in rete alcune guide sulla realizzazione di un nas con raspberry da dove sono partito per la configurazione di samba.

Un problema l’ho avuto sul montaggio del disco esterno usb. Ho provato a collegare un hd da 2.5″ auto-alimentato ma il sistema andava al rallentatore fino al blocco, quindi si ha la necessità di alimentare gli hd esterni con alimentazione diretta altrimenti si rischia il raspberry. Messo un HD esterno alimentato tutto è andato subito bene.

Ora sto mettendo a punto il tutto, appena sarà stabile metterò qui le configurazioni

 

I commenti sono chiusi, ma i riferimenti e pingbacks sono aperte.